Riso integrale con castagne bruciate, bardiccio e Chianti Rufina

Un piatto "forte" dai sapori potenti e dai tratti decisi, perfetto per le brume dell'utimo autunno, quello che conduce con passi scricchiolanti alle porte dell'inverno.

"Castrare" i marroni e fare le “bruciate” nell’apposita padella, le caldarroste. Nel frattempo passare in forno o sulla griglia il bardiccio (una salsiccia speziata dellaValdisieve, di cui abbiamo parlato qui), poi tagliarlo a cubetti.

Tostare il riso in una casseruola. Non appena tostato aggiungere il vino e farlo ritirare. Portare a cottura con il brodo vegetale (di solito occorrono 35 – 40 minuti circa) e, a 5 minuti dalla fine della cottura aggiungere il bardiccio e le bruciate, tenendo da parte il necessario per guarnire il piatto.

Mantecare con il burro e parmigiano e servire guarnendo con una bruciata e una rondellina di bardiccio.

Accompagnare con il Chianti Rufina, un Chianti di grande finezza e struttura che si sposa perfettamente con questo piatto.

Occorrente per 4 persone:
240 gr di riso integrale Carnaroli o Arborio, 0,375 cl di vino Chianti Rufina, 250 gr di marroni, 200 gr. di bardiccio, brodo vegetale qb, burro 1 noce, parmigiano 40 gr.